Comune di Montelabbate | portale istituzionale

ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI-ANNUALITA' 2017.

Pubblicata il 03/02/2017
Dal 03/02/2017 al 15/03/2017

L’Ambito Territoriale Sociale n.1 rende noto  che è possibile presentare domanda di accesso all’ 
ASSEGNO DI CURA PER  ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI-ANNUALITA' 2017 (Dgr 328/2015 DGR 1578/2016 D.P.C.M. 159/2013).
Sono destinatari dell’assegno di cura gli anziani non autosufficienti residenti nel territorio dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n.1 che permangono nel proprio contesto di vita e di relazioni attraverso interventi di supporto assistenziale gestiti direttamente dalle loro famiglie o mediante assistenti familiari private in possesso di regolare contratto di lavoro.
 IL PRESENTE AVVISO PUBBLICO È RIVOLTO
ai cittadini che hanno già fatto domanda col bando precedente, la cui graduatoria è scaduta  il 31 DICEMBRE 2016;
ai cittadini che non hanno mai fatto domanda o che hanno fatto domanda nell’anno precedente, ma sono stati esclusi per mancanza di requisiti o hanno mutato le condizioni di accesso.
REQUISITI DI ACCESSO
La persona anziana assistita deve:
  1. aver compiuto i 65 anni di età alla data di scadenza del presente avviso pubblico;
  2. residenza e domicilio in uno dei Comuni dell’Ats1
  3. essere dichiarata non autosufficiente con certificazione di invalidità pari al 100% e usufruire di indennità di accompagnamento. Vale la certificazione di invalidità anche per il caso di cecità.*
  4. usufruire di una adeguata assistenza presso il proprio domicilio nelle modalità verificate dall’Assistente Sociale. Qualora l’intervento assistenziale sia svolto con l’aiuto di assistente familiare privata la stessa deve essere in possesso di regolare contratto di lavoro ed è tenuta ad iscriversi all’Elenco Regionale degli Assistenti familiari gestito presso il CIOF Centro per l’Impiego, l’Orientamento e la Formazione. L’iscrizione dovrà avvenire entro 12 mesi della concessione del beneficio.
  5. non usufruire delle prestazioni di cui a servizi: SAD e HOME CARE PREMIUM dell’INPS inoltre l’assegno di cura è alternativo agli interventi a favore di persone in condizione di disabilità gravissime di cui all’art. 3 del D.M.26/09/2016.
*È equiparato l’assegno per l’assistenza personale continuativa erogato dall’INAIL se rilasciato a parità di condizioni dell’indennità di accompagnamento dell’INPS. Non possono presentare domanda di assegno le persone per le quali non si sia ancora concluso il procedimento per il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento;
Non sono accoglibili le domande di coloro che vivono in modo permanente in strutture residenziali (es. residenze protette, RSA).
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:
La domanda, per l’eventuale concessione dell’assegno di cura, va presentata 

dal 15 febbraio 2017 al 15 marzo 2017

presso l'Ufficio Servizi Sociali del Comune di Montelabbate negli orari di apertura al pubblico:Lunedi e Venerdi dalle ore 09.00 alle ore 13.00; Giovedi dalle ore  09.00 alle ore 13.30 e dalle ore 15.30 alle ore 17.00.
Farà fede il timbro di accettazione dell’Ufficio protocollo del Comune di residenza. I Comuni dell’ATS 1 non assumono responsabilità in caso di dispersione delle domande dovute ad inesatte indicazioni del destinatario del plico, a disguidi postali o imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
POSSONO PRESENTARE DOMANDA
a. i familiari che accolgono l'anziano nel proprio nucleo o che si prendono cura dello stesso anche se non convivente;
b. l’anziano stesso, quando sia in grado di determinare e gestire le decisioni che riguardano la propria assistenza e la propria vita;
c. il soggetto incaricato alla tutela dell’anziano in caso di incapacità temporanea o permanente (tutore, curatore, amministratore di sostegno).
DOCUMENTAZIONE NECESSARIA
Per accedere all’assegno di cura, pari ad € 200,00 mensili, le domande devono essere redatte su apposita modulistica, Modello A per i cittadini che hanno già fatto domanda nei bandi precedenti e Modello B per coloro che non hanno mai fatto domanda o che l’ hanno fatta negli anni precedenti e sono stati esclusi, ed è necessaria la seguente documentazione:
a) Attestazione ISEE riferita all’aspirante beneficiario, Dichiarazione Sostitutiva Unica finalizzata all’acquisizione della certificazione ISEE. Ai sensi del D.P.C.M. 159/2013 gli interventi di assistenza domiciliare di cui al comma 3 articolo 4 si configurano come prestazioni sociosanitarie e pertanto è possibile la presentazione ISEE socio-sanitario di cui all’art 6 comma 2 .
           Con un valore massimo di:
  1. € 11.000,00 in caso di anziano non autosufficiente residente da solo. 
  2. € 25.000,00 in caso di anziano non autosufficiente facente parte di un nucleo familiare pluricomposto.
b) Qualora l’intervento assistenziale sia svolto con l’aiuto di assistenti familiari private le stesse devono essere in possesso di regolare contratto di lavoro che va allegato alla domanda di accesso alla graduatoria “Assegno di cura” (contratto di assistenza, almeno 30 ore settimanali, minimo livello “C super”). Nel caso in cui l'assistente familiare risultasse inserita nello stato di famiglia dell'anziano non autosufficiente si darebbe luogo al nucleo familiare estratto, di cui al D.P.C.M. 159/2013 e ss mm ii. , pertanto il reddito dell'assistente va escluso dall'ISEE.
c) copia di un valido documento di identità del richiedente.
per il  Modello B oltre alle certificazioni di cui sopra la domanda dovrà essere completa di:
Copia del verbale di invalidità civile con riconoscimento della indennità di accompagno
Copia di un valido documento di identità del beneficiari.
Il Bando e la relativa modulistica possono essere scaricati o reperiti presso l'Ufficio Servizi Sociali del Comune.
Per ulteriori informazione contattare i numeri 0721/473233-473216.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato BANDO ASSEGNI DI CURA.pdf 813.85 KB
Allegato MODELLO A.pdf 468.47 KB
Allegato MODELLO B.pdf 508.04 KB